Contrordine: la Moratti ci ripensa e scatena il pandemonio su Facebook.

Qualche giorno fa segnalavo in un post l’errore strategico dello staff di Letizia Moratti che, dopo il discusso faccia a faccia con lo sfidante Giuliano Pisapia, aveva lasciato la pagina Facebook completamente incustodita dall’assalto dei commenti dei sostenitori del candidato del PD. Poi sono arrivati i risultati del primo turno elettorale che hanno punito il sindaco in carica e da lì è scattata la molla e il tentativo di salvare il salvabile partendo proprio dalla pagina del Social Network più diffuso al mondo.

E così, come se avessero letto le mie parole, i collaboratori del sindaco di Milano hanno deciso di intervenire drasticamente con un’azione radicale di rinnovamento della pagina fan. Via la vecchia pagina e spazio ad una nuova fan page che, pur rispondendo allo stesso url di prima (www.facebook.com/morattiletizia), presenta una nuova grafica e addirittura un nome nuovo: MiRispondi.it che porta ad un sito dedicato che raccoglie le domande dei cittadini che hanno qualcosa da chiedere a Letizia Moratti. A differenza di prima, adesso ci sono dei moderatori che partecipano alle discussioni piuttosto animate (alcuni messaggi pare vengano censurati) e che invitano a rivolgersi al sito MiRispondi per le domande dirette al candidato sindaco di Milano.

Fin qui dunque tutto corretto, una buona azione di Web Marketing che ha rianimato (pure troppo) la pagina Facebook della Moratti alzando anche il numero degli iscritti (ci tornerò più avanti) grazie al palleggio tra Social Network e sito dedicato. Io ritengo comunque che tra la situazione di abbandono di prima e la bulimia di interventi di adesso ci debba essere una giusta via di mezzo.

Ci sono però due cose da sottolineare. La prima è che la foto della Moratti è decisamente datata e questo non mi sembra corretto, perchè in campagna elettorale bisognerebbe apparire come si è al momento della discesa in campo. La seconda è una questione legata al nome MiRispondi, che rischia di essere accusato di plagio dall’architetto Stefano Boeri, che ai tempi delle primarie del centrosinistra a Milano aveva costruito la sua campagna proprio su un gioco di parole legato alla sigla MI che diventava anche pronome: MIRisponde (la vedete qui sotto).

Ma torniamo alla nuova veste della pagina Facebook di Letizia Moratti perchè c’è un’altra cosa curiosa che vorrei segnalarvi e che riguarda il numero degli iscritti o, per essere precisi, il numero di “persone a cui piace questo elemento”che, al momento in cui scrivo, ha raggiunto l’importante cifra di 33000 like. Se consideriamo che fino a tre-quattro giorni fa il numero dei like era di poco più di 3000, viene da chiedersi come sia potuta accadere una cosa del genere. E così sulla pagina Facebook si moltiplicano i commenti di chi si chiede, per esempio, come sia possibile che “Gli iscritti a questa pagina, dopo essere stati costanti per settimane con crescita modesta fino a 5000, si sono impennati fino a 30000 nel giro di tre giorni in modo palesemente anomalo”. O come mai “i commenti sulla pagina siano passati da qualche decina a 1800 al giorno.”. Un rebus a cui la blogosfera sta tentando di dare una soluzione. Qui trovate, per esempio, una interessante discussione tra addetti ai lavori che stanno tentando di capire come tutto ciò sia potuto accadere.

4 pensieri riguardo “Contrordine: la Moratti ci ripensa e scatena il pandemonio su Facebook.”

  1. . Salve Enrico, come anche confermato da mafe sulla discussione linkata, un risultato del genere è normalissimo dopo una campagna con facebook Ads:
    Dice mafe ed io confermo:
    “Se investi in Facebook Ads sono risultati normalissimi, non è che detto che ci sia qualcosa di losco”
    mafe ed io confermo! visto la che la campagna di inserizioni sponsorizzate è in atto!

  2. Ciao Enrico e piacere di conoscerti!
    Grazie per i ringraziamenti ho solo “verificato” che la mia intuizione fosse giusta leggendo la discussione linkato.
    Io personalmente non ho mai fatto alcuna campagna di inserzioni facebook ma credo che debbano aver “picchiato” molto forte su quel tasto e d’ altronde era l’ unica motivazione per una tale esponenziale crescita di iscritti o mi piace in così poco tempo e soprattutto rispetto alle precedenti performance.
    Inoltre anche qualcun altro ha parlato( o per meglio dire si è accorto)delle loro inserzioni facebook, segno appunto, che ci stanno investendo “a palla” : -))) Alla proxima

  3. Ciao Enrico,
    scoperto l’ arcano dell’ aumento dei mi piace della pagina della Letiziona
    Vedasi questo video yuotube:

    http://youtu.be/sMmWSW9nlFY

    Che schifo. solo vincere conta, ma se questi ci pigliano per il xxxx nelle cose piccole come possono salvaguardare i nostri interessi nelle cose grandi….Stanno perdendo tutta la loro credibilità e sono sta convinto che la colpa non è della Moratti ma di chi gli sta dietro …e sopra che NON può perdere Milano…mha! Come siamo conciati male.
    Qui la fonte dell’approfondimento: http://www.bonsai.tv/magazine/news/letizia-moratti-e-la-fan-page-facebook-gonfiata-cose-il-likejacking-video/

I commenti sono chiusi