Patrizia Pepe chiede scusa.

Vi ricordate cosa scrivevo tre post fa a proposito di Patrizia Pepe? Ecco, il brand di abbigliamento fiorentino ha chiesto pubblicamente scusa in un post sul blog ufficiale dell’azienda. Bravi. Ecco il post di scuse:

E’ sempre opportuno essere educati e rispettosi con le persone, anche per difendere le proprie convinzioni e il proprio lavoro?
La risposta è sì, sia offline che online.
E in queste ultime ore abbiamo imparato molto, pur essendo sui Social Media ormai da qualche anno…

Il tutto nasce da una critica ricevuta a una foto della nostra ultima campagna e in particolare a una nostra modella.
Su questo tema l’Azienda ha un’opinione ben precisa leggi qui

Rimaniamo convinti di questo e non è nostra intenzione essere Social dando opinioni banali e scontate o compiacenti.
Non pensiamo che agli utenti si debba dare sempre ragione, ma sappiamo benissimo che, qualsiasi cosa dica, la Rete è un feedback prezioso e come tale va considerato e rispettato.
Eppure talvolta in passato, ma soprattutto in questi ultimi giorni, lo abbiamo dimenticato.
Sull’onda delle emozioni e dell’orgoglio per il nostro lavoro, ci siamo fatti prendere la mano.
Adesso, a mente fredda, vogliamo scusarci dei toni e dei modi: abbiamo fatto lo stesso identico errore che leggevamo negli altri!
Patrizia Pepe è un Brand che ha sempre saputo evolversi, costantemente imparando sia dagli errori che dai successi.

Vogliamo farlo anche in questo caso e vi assicuriamo che stiamo già pianificando delle iniziative concrete.

2 pensieri riguardo “Patrizia Pepe chiede scusa.”

  1. In realtà come scuse, non le trovo appropriate.
    Perlomeno non in toto.

    “non è nostra intenzione essere Social dando opinioni banali e scontate o compiacenti.”
    Frase che si può male interpretare e ne potevano fare a meno.

    “abbiamo fatto lo stesso identico errore che leggevamo negli altri!”
    E qui casca l’asino: è inutile recriminare dicendo ” ma lo hanno fatto gli altri” . E’ banale ed infantile. Dovevano assumersi la colpa e basta, pur rimanendo sulle loro posizioni.

  2. La modella non è eccessivamente magra, e a giudicare dai commenti la maggior parte dei “fans” non sa niente dell’anoressia. Detto questo, è ridicolo che un marchio del genere si metta a bisticciare con le sue stesse clienti!

I commenti sono chiusi